Tuesday, December 29, 2009

La foto che poteva cambiare la storia (ma anche la cronaca)



A quelli del Tg2 deve essere sembrato un vero regalo di Babbo Natale.
Una foto dell'agosto 1956,, saltata fuori dal cassetto di un venditore di auto, di JFK in vacanza con il fratello Ted a bordo di un veliero contornato da splendide ragazze nude. Il tutto mentre sua moglie incinta, rimasta a casa, veniva ricoverata d'urgenza in ospedale dove avrebbe perso il bambino. Roba da far sembrare villa Certosa un campeggio di boy scout.
Il servizio del Tg2 sottolineava che, se la foto fosse stata pubblicata all'epoca, sei mesi prima delle elezioni che avrebbero portato JFK alla casa bianca, gli americani ,"bacchettoni" come sono, non lo avrebbero certo votato.
Morale: essere "bacchettoni" ci avrebbe fatto perdere uno dei grandi uomini del XX secolo e cambiato il corso della storia. Capito italiani?
Stamattina al risveglio, però, si saranno certamente accorti che il regalo di Babbo Natale era un pacco, ma non nel senso della confezione. La foto sbandierata era un misero fotomontaggio di una foto presa da un servizio di Playboy del 1967 relativo alle vacanze di alcune coppie in vacanza all'isola di Grenada.
Che peccato!

Friday, December 25, 2009

Condor calling


Due righe per Condor.
Dopo sei anni di ascolto, che hanno richiesto dei veri e propri contorsionismi con le cuffiette e la radiolina a causa della pessima ricezione di Radio 2 nel locale dove lavoro, tra gli sguardi attoniti dei colleghi che mi vedevano ridere da solo, mi hanno segato Condor.
Ho seguito Luca Sofri dalle primissime cose che ha fatto, siamo quasi coetanei, qualche mese in più lui, con lo stato di chi sente i propri pensieri ripetuti da un'altro ad alta voce.
Ho scoperto persone e personaggi ai quali difficilmente avrei avuto accesso visto il mediocre brodo culturale in cui sono immerso.
Ho scoperto la "blogsfera" che, per alcuni accidenti dovuti alla mancanza di copertura adsl nel posto dove abitavo nei primi anni del terzo millennio, avevo clamorosamente bucato.
Avevo anche accolto con grandissima soddisfazione l'approdo di Matteo Bordone, che conoscevo non per Dispenser ma per le sue scorrerie su RadioNation a casa Neri, convinto che sarebbero diventati una delle coppie storiche della radio.
Tutto finito.
Si, seguirò i loro blog come ho sempre fatto, li leggerò su Wired, ascolterò Matteo a RadioNation con la speranza di qualche cameo di Luca, però sento che non sarà la stessa cosa.
Sono molto triste.

Tuesday, September 22, 2009

Dubbio


Ma una donna è più libera in una società che impone il velo o in una che impone il lifting?

Friday, August 28, 2009

Il nostro caro presidente Zaphod Beeblebrox


Il presidente, in particolare, è soltanto un prestanome: non esercita in effetti il benché minimo potere. E', si, scelto dal governo, ma le qualità che deve dimostrare di avere non sono quelle tipiche del leader: la sua fondamentale qualità è di sapere provocare scandali. Per questa ragione scegliere un presidente non è facile: bisogna poter scegliere una persona che sappia provocare il furore della gente, ma che sia anche in grado di affascinarla. Il suo compito non è di esercitare il potere ma di stornare l'attenzione della gente dal potere stesso. (Douglas Adams - Guida galattica per autostoppisti)

Sunday, June 21, 2009

Sono solo un "utilizzatore finale" con un "letto grande".

Penso che sia il caso di raccogliere e catalogare tutte le definizioni acrobatiche coniate in questi giorni da fini dicitori difensori dell'indifendibile e farne un manuale di sopravvivenza per le situazioni a rischio di sputtanamento.
Si potrebbero anche prevedere delle variazioni sul tema, ad esempio, una Binetti sorpresa con un "utilizzatore finale" potrebbe definirsi una "finalmente utilizzata".

Friday, May 22, 2009

Forse era meglio Belpietro

Proprio come hanno intenzione di fare Juventus e Milan, anche il Tg1 affida la squadra ad un giovane di belle speranze che sembra avere tutti i numeri per non deludere le aspettative.

Saturday, May 9, 2009

Chi va a Roma perde la poltrona


Se i milanesi a cui si dovrebbero riservare i posti sulla metro somigliano al simpatico ideatore di questa proposta, di posti ne occorrerebbero due per ognuno di loro dato che avrebbero la faccia come il culo.

Sunday, May 3, 2009

Ne me quitte pas


Non lasciarmi solo.
Tutti i malintesi,
Tutti i giorni spesi
Per dimenticare
Li si può scordare,
Possono svanire
Come il tempo usato
Per recriminare
Le parole dure,
Le domande poste
Solo per colpire
Il futuro al cuore.
Non lasciarmi solo,
Non lasciarmi solo,
Non lasciarmi solo,
Non lasciarmi solo.

Sembra che alla notizia della richiesta di divorzio da parte di Veronica Lario, Silvio Berlusconi, da chansonier consumato, abbia intonato i versi struggenti di Jacques Brel. Comunque, per non farsi cogliere impreparato e non essere costretto a ristampare gli inviti del G8, sembra aver già trovato un'alternativa, anzi due.

Wednesday, April 15, 2009

Il neo che disse cornuto all'asino

Vespa: "Santoro in Rai? Un privilegiato".

Scelti dal mazzo

Dal Corriere.it:
Bus-trappola, cinque filosofi borseggiati
Napoli, vittime prof diretti a Ischia per un simposio internazionale

Quando si dice andare a caccia di coglioni.....

Saturday, April 11, 2009

The ghost of Bobo Maroni


Io non riesco a capire come Roberto Maroni possa essere un fan di Bruce Springsteen.
Forse non capisce l'inglese.

Ovunque qualcuno combatta per un posto dove vivere
un lavoro dignitoso, un aiuto,
ovunque qualcuno lotta per essere libero,
guarda nei loro occhi, donna, vedrai me”.
(The ghost of Tom Joad)

Wednesday, April 8, 2009

L'anello mancante


Se come dice il Corriere, gli scimpanze raddoppiano le loro possibiltà di fornicare pagando la cena alla femmina, allora vuol dire che Darwin aveva proprio ragione

Saturday, March 21, 2009

Thursday, March 12, 2009

Caduti nella rete


Un'altra fulgida testimonianza del livello di conoscenza della rete dei nostri amati rappresentanti parlamentari.
Ve lo ricordate l'omino che mangiava mortadella col maglioncino rosso sulle spalle il giorno in cui fu sfiduciato Prodi? Guardate cosa ha fatto

Monday, March 9, 2009

Product placement


Negli audiovisivi italiani si potrà fare pubblicità mettendo i marchi in punti strategici dell'inquadratura (cosa tra l'altro sempre praticata, di fatto, con gli attori che mettevano a rischio l'articolazione del polso per mettere a favore di camera il marchio della sigarette o dell'acqua minerale). Nel frattempo la pubblicità degli audiovisivi viene già inserita nelle proposte di legge.

Saturday, March 7, 2009

Scomunicazioni urgenti


Due cose sulla scomunica dei medici brasiliani che hanno fatto abortire la bambina di 9 anni violentata dal patrigno:

1.Ogni associazione privata, e la chiesa cattolica è un'associazione privata, è libera di darsi un regolamento e cacciare chi non lo rispetta. Un club golfistico può cacciare chi vuol giocare con una mazza da baseball, un circolo del bridge chi rutta durante le partite, la chiesa cattolica chi abortisce o chi fa abortire. Ti associ, accetti un regolamento, subisci le sanzioni previste. Fatti loro.

2.“Se la legge umana è contraria a quella di Dio, la legge umana non ha valore” ha tuonato il vescovo brasiliano. Vero, per chi crede. Gli apostoli della chiesa del primo secolo a cui veniva ordinato di non predicare il messaggio cristiano dissero che dovevano “ubbidire a Dio come governante anziché agli uomini”. Detto questo, però, non esercitarono mai nessuna pressione affinché i governi legiferassero per far diventare reato quello che loro consideravano peccato. Anzi, erano pronti a subire le conseguenze del mettersi contro “Cesare” facendosi sbattere in prigione e, in qualche caso, rimettendoci la testa.

Signor vescovo, lei è pronto a rimetterci la testa?

Tuesday, February 24, 2009

Monday, February 16, 2009

Andate a farvi benedire


E dopo aver colpito l'autobus di Genova, l'ira divina divamperà contro i MacBook dei bloggers atei.

Thursday, February 12, 2009

Applentology

Qualche seguace della mela morsicata mi deve spiegare quale precetto religioso dovrebbe spingermi a versare all'assistenza Apple la somma forfettaria di Euro 204 per la ripazione di un Ipod nano 8 Gb II generazione, quando lo stesso Ipod di ultima generazione viene venduto ad Euro 139.
Misteri della fede.

Wednesday, February 11, 2009

Mi si nota di più se .....

Il caso Englare lascia in eredità ai giovani una grande verità: dà più fama il coma vegetativo che la partecipazione al Grande Fratello

Thursday, January 29, 2009

Monday, January 26, 2009

Circo Barnum


Dopo il nano, anche le ballerine avranno la scorta.

Tuesday, January 20, 2009

Non si vende Kakà


Diceva di voler essere protagonista anche nel giorno dell'insediamento di Obama.
C'è riuscito.
Stamattina si parlava solo della sua telefonata a Biscardi.
Chapeau.

Wednesday, January 14, 2009

I don't believe



Piccola considerazione sui bus che vanno ad ateismo.
Alle considerazioni filosofiche fatte sull'argomento, alcuni hanno parlato della scommessa di Pascal, altri di come l'affermazione "Dio non c'è" sia altrettanto dogmatica dell'affermazione "Dio c'è", vorrei aggiungere una questione più legata al principio di reciprocità.
Mentre per un credente diffondere il messaggio "Dio c'è e ti può salvare" è un preciso dovere morale che ha come feedback un miglioramento del rapporto con la propria coscienza e la convinzione di aver fatto quello che gli viene richiesto dal proprio dio, quali vantaggi ottiene l'ateo nel facendo proselitismo e togliendo a chi crede una speranza/illusione? Pensa veramente che un mondo di atei sia un mondo migliore?
Se invece pensa che il problema non sia tanto il singolo credente, ma le religioni che sfruttano la buona fede dei credenti per condizionare le scelte politiche dei governi, penso che sarebbero più efficaci messaggi pubblicitari tipo: "Il Vaticano ha rotto i coglioni" o "Ratzinger fatti i cazzi tuoi".

Sunday, January 11, 2009

Faccia di abbronzato


Obama mette le mani avanti.
Adesso speriamo che non cominci a comperare ville in Sardegna.

Monday, January 5, 2009

Ti piace vincere facile?

Per carita', gli israeliani avranno pure tutte le ragioni del mondo, ha quello che stanno facendo a Gaza, una lingua di terra di 30 chilometri per 8 con piu' di un milione di abitanti, e' un po' come andare a pesca con le bombe nell'acquario di Genova.